Torna indietro
 
 

Prenota
la tua vacanza

 
 

Comune di Rio

Comune unico dal 2018, unisce gli ex comuni indipendenti di Rio Elba e Rio Marina

Comune unico dal 2018, riunisce i due ex comuni di Rio Elba e Rio Marina e la piccola frazione di Cavo

Cenni storici e luoghi di interesse:

Rio Elba è uno dei più antichi borghi dell'isola con origini nell'età del bronzo, e conserva numerose tracce del suo passato. Arroccato sopra un colle a 180 metri sul livello del mare, come il resto dei paesi del versante orientale appartiene alla tradizione mineraria che si perde nella notte dei tempi. Famoso per le sue miniere di ferro che risalgono all'età etrusca, è stato il centro minerario dell'isola fino alla chiusura dei giacimenti. Una grande varietà di minerali è esposta nel locale Museo civico Archeologico che ospita più di 700 pezzi delle numerose varietà di minerali provenienti dalle diverse parti dell'isola. Altro luogo di interesse è la chiesa parrocchiale di S.S. Giacomo e Quirico edificata nell'XI secolo è stata più volte distrutta dai pirati e ricostruita. Oggi la struttura esterna è rinascimentale mentre quella interna è decisamente barocca. Qui sono presenti alcuni dipinti preziosi, ma il quadro più importante è attribuito a Giovanni di San Giovanni Valdarno (1592/1636) e raffigura le nozze mistiche di Santa Caterina di Alessandria. Lasciandosi alla destra la Chiesa dei SS. Giacomo e Quirico, in fondo alla via si trova la Chiesa della Pietà del XVI secolo. A Rio Elba è presente anche il Teatro Garibaldi, un piccolo teatro recentemente ristrutturato, dove vengono svolte le principali attività culturali del comune. Interessanti sono anche i vecchi Lavatoi con le bocche in ottone. In località i Canali si trova la Casa del Parco dove si trovano numerose informazioni sulle bellezze del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano. Nei pressi dell'antica "Grassera", un villaggio medievale distrutto dai pirati turchi nel 1500, lungo la strada che porta verso Nisporto e Nisportino, si trovano l'Eremo di Santa Caterina, piccolo santuario del XVI secolo, e l'Orto dei Semplici che conserva una varietà di piante tipiche elbane.

Rio Marina un tempo era considerata la capitale del ferro dell’isola. Le miniere e il porto venivano utilizzate per l'escavazione e il trasporto del minerale ferroso che, ancora oggi, con il suo luccichio e la classica colorazione rossastra, caratterizza un po' tutto il paese, dalle facciate delle case, alle spiagge, compresi gli stessi fondali.. In prossimità delle ultime case del paese si trova la miniera di Rio Marina che arriva fino al Monte Giove. Qui si ricavavano in abbondanza ematite e pirite. Dopo la chiusura delle miniere (l'ultima è stata chiusa nel 1981), l'attività estrattiva ha dovuto lasciare il passo allo sviluppo turistico, trasformando Rio Marina in una fiorente località balneare e gli edifici che un tempo appartenevano alle miniere in strutture museali. All’interno dell'edifico che un tempo ospitava la Direzione delle Miniera è attualmente ospitato il Museo dei Minerali dell'Elba e dell'Arte Mineraria e l'archivio storico delle miniere. All'interno del museo sono ricreati gli ambienti originali della miniera ed è conservata un’importante collezione di campioni di minerali e pietre dell’Isola d’Elba. Una visita la merita anche il Museo Mineralogico comunale "Erisia Gennai Tonietti" che ospita oltre 700 esemplari di rara bellezza. Di particolare interesse storico si presenta anche la torre esagonale del porto, edificata verso la metà del XVI secolo per volere di Jacopo V Appiani, mentre l’originale torretta con l’orologio risale al 1882 anno di fondazione del Comune marittimo e l'oratorio di San Rocco eretto nel 1570.

Cavo è un centro balneare, turisticamente attrezzato, con una spiaggia sabbiosa che arriva fino a Capo Castello, dove ci sono i resti di una villa romana del primo secolo D.C. ed una bella costa a scogliera che da Capo Castello giunge fino a Capo della Vita. Il piccolo porto, oltre ad essere il più vicino scalo per i collegamenti con la terraferma, è fornito di acqua e carburante per le imbarcazioni da diporto. Ospite illustre fu Giuseppe Garibaldi che nel 1849, in viaggio verso l'isola di Caprera, vi fece una breve sosta. Nella piccola frazione si può ammirare il Mausoleo Tonietti, la singolare costruzione in stile liberty che si innalza tra la selvaggia vegetazione dell'isola, progettata dall'architetto Adolfo Coppedè su commissione della famiglia Tonietti come cappella sepolcrale. I Tonietti furono i primi concessionari delle miniere di ferro della costa orientale dell'Elba dopo l'unità d'Italia. 

 
https://booking.elbapromotion.it/index.cfm/it/approfondimenti/elba-baby/ https://booking.elbapromotion.it/index.cfm/it/approfondimenti/ECOHOTELS/ www.elbababy.it http://www.elbapromotion.it/index.cfm/it/come-arrivare/traghetti/ https://booking.elbapromotion.it/index.cfm/it/approfondimenti/elba-bike-hotels/ www.islepark.it
 
AGENZIA ILVA VIAGGI
(Autorizzazione Provincia Livorno n. 129 del 15-12-1997)
di Consorzio Servizi Albergatori
(CCIAA di Livorno REA 56478 – Albo Soc. Coop.ve n. A123701)
Piazza Virgilio, 35 - 57037 Portoferraio (LI)
Tel 0565.915555 - Fax 0565.930342
Cod. Fisc. e P.IVA 00324500495
Consorzio Servizi Albergatori soc. cooperativa
Progetto “ PromoElba2019” co-finanziato dal
POR FESR Toscana 2014-2020

federalberghi isola d'elbaL'Associazione Albergatori Isola d’Elba, costituitasi nel 1953, rappresenta 85% delle strutture alberghiere dell’Isola d’Elba ed è affiliata a Federalberghi

Il Consorzio Servizi Albergatori, titolare della Agenzia Ilva Viaggi, è una Società Cooperativa, nata nel 1979, su volontà della Associazione Albergatori Isola d’Elba , a cui aderiscono circa 180 strutture turistiche tra hotel, residenze turistiche, residence, case appartamenti vacanze, bed and breakfast, ristoranti. Rappresenta una ricettività di circa 12.000 posti letto.

 

 
AREA SOCI | PRIVACY POLICY E NOTE LEGALI © Copyright 2014 - Tutti i diritti riservati - Made with love in WINTRADE Wintrade WebAgency