Torre di San Giovanni

Torre di avvistamento realizzata dalla Repubblica di Pisa per la difesa del suo presidio elbano, risalente al sec. XI. Il suo ruolo era quello di controllare il traffico navale nello stretto di Piombino e nel mare adicente. Faceva parte di un sistema formato da torri e fortificazioni collegato 'a vista' per la comunicazione 'ottica' di informazioni militari/difensive. Sicuramente danneggiata dopo la sua cattura, nel corso di un evento bellico, da molti secoli continua a dominare con la sua maestosità il Golfo di Campo, sfidando gli agenti atmosferici e l'incuria dell'uomo. Un movimento dell'enorme masso di granito su cui poggia ha in passato aggravato la sua situazione statica. Nel 1965 furono realizati alcuni lavori di restauro dalla stessa Soprintendenza ai monumenti di Pisa, che ebbero come finalità la suturazione delle gravissime lesioni provocate dal movimento del masso. Sulla strada che da Marina di Campo conduce al Monte Perone, vicino alla Pieve di San Giovanni.

Raggiungibilità: Sulla strada che da Marina di Campo conduce al Monte Perone, vicino alla Pieve di San Giovanni.

 

Consorzio Servizi Albergatori soc. cooperativa Progetto “ PromoElba2019” co-finanziato dal POR FESR Toscana 2014-2020